crosssearchwhat-assetwhat-handwhat-infinitywhat-mathwhat-packagewhat-paperwhat-tree
| | Macro views

Buy-back e Finanziarizzazione dell’economia, Part 2

A Novembre dell’anno scorso, avevo scritto ad un gruppo di imprenditori, dopo essere stato sollecitato su su un tema, quello dei buy back, che non mi aveva mai davvero convinto fino in fondo. Con lo scopo di sempre e cioè solamente di stimolare la riflessione e aiutare a capire lo spirito del nostro tempo, mi permetto di essere piu’ comunicativo del solito per cercare di aiutare a decifrare il contesto finanziario all’interno del quale si innesta l’arrivo del Coronavirus.

Specialmente quando il suddetto contesto è cosi’ lontano dalle logiche che governano il capitalismo familiare che magari serve un piccolo aiuto da parte nostra per comprenderle.

Altre mail seguiranno sui vari aspetti della vicenda ma mi sembra giusto partire facendo follow-up proprio sul tema che avevamo portato all’attenzione pochi mesi prima dell’inizio di questa nuova fase delle nostre vite (che trovate alla fine di questo mail).

Ben Hunt aveva spiegato il meccanismo dei buy back nella sua nota (che riallego) “Yeah it’s still water”.

In un recente capitolo del suo blog, “fa la cose giusta”, (https://www.epsilontheory.com/do-the-right-thing/) , Ben Hunt ripercorre il tema dei buy back, declinandolo sul settore delle Airlines, che probabilmente saranno il primo settore ad avere bisogno del salvataggio pubblico. Lo stato delle cose è ben sintetizzato da un Tweet di un gestore di fixed income americano,

Bailout è la parola inglese per salvataggio.

 Perché insistere su questo tema in questo particolare momento ?

Tendenzialmente per due motivi:

  • Come abbiamo visto molti amministratori delegati di grande banche davanti al Senato americano, a spiegare il loro operato durante la crisi del 2008, penso che vedremo molti CEO di grandi corporation che dovranno dare delle interessanti spiegazioni ai contribuenti americani, con i soldi dei quali si darà seguito ad un salvataggio di immense proporzioni. I Buy back, non solo hanno distorto capitali che dovevano finire nelle tasche degli azionisti/risparmiatori che avrebbero potuto decidere in autonomia sul da farsi, ma hanno addirittura portato all’aumento del debito delle società che li facevano! Hanno quindi contribuito ad indebolire bilanci che mai come oggi avrebbero bisogno di avere le spalle forti per reggere la tempesta.
  • I buy back sono stati, come ben si evince da questa tabella di Goldman Sachs, il principale motore degli acquisti di azioni negli ultimi anni; con la loro scomparsa, dovuta al Covid, scompare di fatto l’unico compratore di azioni presente sul mercato negli ultimi anni :

 Ad ognuno la propria opinione ma non sembra davvero che con la crisi di Lehman, il sistema capitalistico abbia voluto imparare la lezione

 Nel prossimo scritto cercheremo di gettare luce sulla chiamata di margini (margin call) globale a cui stiamo assistendo nel corso delle ultime tre settimane.


    Visioni non convenzionali dal mondo della finanza: ogni settimana, analisi e approfondimenti per stimolare riflessioni.

    scrivendomi alla newsletter acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy